Gita con il cane sulla neve: come organizzarla al meglio

Gita con il cane sulla neve

Gita con il cane sulla neve: come organizzarla al meglio

L'inverno è una stagione perfetta per fare lunghe passeggiate con il proprio cane nella natura innevata. Un'esperienza divertente e rigenerante per entrambi, che permette di trascorrere del tempo di qualità insieme e di godere della bellezza della neve.

Come organizzare la gita

Prima di partire, è importante organizzare la gita in modo da garantire la sicurezza e il comfort del proprio cane. Ecco alcuni consigli:

  • Scegli il percorso giusto. Non tutti i percorsi sono adatti ai cani, soprattutto se non sono abituati a camminare sulla neve. Scegli un sentiero ben battuto, con un dislivello moderato e senza pericoli.
  • Preparati al freddo. I cani possono soffrire il freddo, soprattutto se sono di piccola taglia o hanno un pelo corto. Assicurati che il tuo cane sia ben equipaggiato con un cappotto, una pettorina o guinzaglio imbottito e delle scarpe da neve.
  • Porta con te tutto l'occorrente. Oltre all'acqua e al cibo per il tuo cane, non dimenticare di portare con te anche una coperta, un asciugamano e dei sacchettini per raccogliere i bisogni del tuo amico a quattro zampe.

Durante la gita

Durante la gita, è importante prestare attenzione a:

  • Il freddo. Controlla spesso il tuo cane per assicurarti che non si stia raffreddando. Se le sue zampe sono rosse o gonfie, fermati e scaldale.
  • Il sole. Anche il sole sulla neve può essere pericoloso per i cani.
  • Gli altri animali. In montagna è possibile incontrare altri animali, come lupi, orsi o cervi. Se vedi un animale selvatico, resta calmo e allontanati lentamente.

Al ritorno a casa dopo una gita con il cane sulla neve

Al ritorno a casa, è importante:

  • Asciugare il tuo cane. La neve può bagnare il pelo del tuo cane e causare raffreddori. Asciugalo con un asciugamano o con un phon a bassa temperatura.
  • Massaggiare le zampe. Il ghiaccio può causare arrossamenti e irritazioni alle zampe del tuo cane. Massaggiale delicatamente con un unguento protettivo.

 


Informazioni su Michela Feroldi

Dott.ssa Michela Feroldi, Educatrice laureata in Scienze dell'educazione e dei processi formativi, Coaudiutore del cane negli Interventi Assistiti con gli Animali I° Livello presso il Centro di Referenza Nazionale per gli Interventi Assistiti con gli Animali, Educatrice cinofila APICC.